Diritti Umani teoria storia e prassi

Coordinatore: Prof. Cosimo Cascione

 

 

Progetto formativo

 

Il corso di dottorato in Diritti umani. Teoria, storia e prassi si rivolge a giovani studiosi nei settori scientifico-disciplinari IUS/08 (Diritto costituzionale), IUS/09 (Istituzioni di diritto pubblico), IUS/16 (Diritto processuale penale), IUS/17 (Diritto penale), IUS/18 (Diritto romano e diritti dell'antichità), IUS/19 (Storia del diritto medievale e moderno), IUS 20 (Filosofia del diritto) che siano interessati ad orientare la propria ricerca verso temi concernenti la regolamentazione sostanziale e processuale dei rapporti privatistici e pubblicistici in una dimensione storica, teorica e pratica, con riguardo sia al profilo interno che a quello europeo ed internazionalistico, con particolare accento sui diritti umani.

Il percorso del dottorato di ricerca, in linea con le direttive ministeriali, si articola in 3 anni accademici. Nel corso del primo anno, ciascun dottorando è chiamato ad approfondire lo studio della propria materia di afferenza al fine di meglio definire il tema di ricerca, oggetto della tesi di dottorato. Nel corso del secondo anno, i dottorandi sono chiamati alla raccolta e allo studio approfondito del materiale bibliografico necessario alla stesura della tesi. Nel corso del terzo ed ultimo anno, infine, i dottorandi sono impegnati appieno nella stesura della tesi. Durante l'intero percorso accademico è, inoltre, prevista la redazione di contributi scientifici destinati alla pubblicazione su riviste specialistiche e in volumi collettanei.

Oltre alle attività sopra descritte, ai giovani dottorandi, nel pieno rispetto della vocazione interdisciplinare del corso, è richiesta la costante partecipazione alle attività scientifiche e didattiche organizzate dal Collegio dei docenti. I dottorandi, inoltre, prenderanno parte alle attività delle cattedre di appartenenza svolgendo tra l'altro attività di tutorato degli studenti nonché partecipando alle commissioni di esame.

Al fine di promuovere l'internazionalizzazione del corso, i dottorandi – dietro autorizzazione del proprio Supervisore e del Coordinatore e in linea con le direttive di Ateneo – sono poi incoraggiati a svolgere attività di ricerca e formazione all'estero presso università ed enti di ricerca stranieri.

 

 

Collegio dei docenti

 

Prof. Cosimo Cascione - Coordinatore

Prof. Antonio Cavaliere

Prof. Donato Antonio Centola

Prof. Fabio Ciaramelli

Prof. Chiara Corbo

Prof. Maria D'Arienzo

Prof. Giovanna De Minico

Prof. Carlo Longobardo

Prof. Alberto Lucarelli

Prof. Carlo Nitsch

Prof. Francesca Reduzzi

Prof. Francesco Riccobono

Prof. Francesco Romeo

Prof. Cristina Vano

Prof. Clelia Iasevoli

Prof. Valentina Masarone

Prof. Valeria Marzocco

Prof. Annamaria Salomone

Prof. Fabiana Tuccillo

Dott. Renato Briganti

Dott. Giovanni Cocozza

Dott. Francesca De Rosa

Dott. Antonio Nappi

Dott. Francesco Rotondo

Membri del collegio (Personale non accademico dipendente di altri Enti e Personale docente di Università Straniere)

Prof. Thomas Finkenauer (Juristische Fakultät - Eberhard Karls Universität Tübingen)

Prof. Sergio Moccia

Prof. Helmut Satzger (Ludwig-Maximilians-Universität München)

Prof. Massimo Villone

 

 

Dottorandi

 

XXXIII Ciclo

Rosamaria Frunzi – Diritto penale

Carol Ruggiero – Diritto penale

Guido Saltelli – Diritto costituzionale

Francesco Tuccillo – Diritto penale

Michela Tuozzo – Diritto costituzionale

 

XXXIV Ciclo

Marco Auciello – Diritto romano e diritti dell'antichità

Carolina Gargiulo – Storia del diritto medievale e moderno

Maria Chiara Girardi – Diritto costituzionale

Carlo Landolfi – Diritto penale

Piero Marino – Filosofia del diritto

 

XXXV Ciclo

Laura Grimaldi – Diritto costituzionale

Luca Napolitano – Diritto penale

Alessandro Orabona – Diritto penale

Francesco Giuseppe Sacco – Filosofia del diritto

Gaia Tessitore – Diritto processuale penale

 

XXXVI Ciclo

 

Emanuela Malafronte – Diritto romano e diritti dell'antichità

Piero Brunetti – Diritto penale

Ilaria Piccolo – Diritto processuale penale

 Domenico Bruno – Diritto costituzionale

Valentina Semplice – Diritto penale

Pegah Masoumi – Diritto penale / Storia del diritto medievale e moderno

 

 

 

Attività didattica

 

Nel corso dei tre anni, è previsto che i dottorandi, oltre alla partecipazione a convegni e seminari organizzati dal Dipartimento di Giurisprudenza, prendano parte alle attività didattiche coordinate dal Collegio dei docenti. In tal senso, all'inizio di ciascun anno accademico, il Collegio dei docenti individua uno o più macro-temi che vengono, poi, declinati da ciascuna materia nell'ambito del proprio settore scientifico-disciplinare. A tal fine, il Collegio predispone un calendario annuale, con previsione di seminari, lezioni, attività esercitative anche pratiche, nelle diverse materie e con impostazioni interdisciplinari.

Le attività didattiche, aventi ad oggetto tematiche di rilievo sia pratico che teorico, coinvolgeranno oltre ai membri del Collegio, specialisti dei settori, anche provenienti da istituzioni di alta cultura straniere. Nell'ambito di tale programmazione i dottorandi presentano, di anno in anno, ai docenti e ai propri colleghi una parte della tesi o un più recente prodotto della propria attività di ricerca scientifica. Tale prassi, oltre a rappresentare un importante momento di confronto e di scambio di idee, permette l'acquisizione di capacità didattiche.

 

 

Linee di ricerca

 

Il Corso è organizzato su base interdisciplinare, con la collaborazione di diversi settori scientifici disciplinari: Diritto costituzionale, Diritto penale, Diritto processuale penale, Diritto romano e diritti dell'antichità, Storia del diritto medievale e moderno, Filosofia del diritto, Istituzioni di diritto pubblico.

Le finalità del dottorato sono di alta formazione e qualificazione scientifica dei dottorandi, attraverso percorsi di ricerca sulle radici culturali, storiche e filosofiche dei sistemi giuridici (prevalentemente occidentali), alla realizzazione dei diritti sul piano dei principi costituzionali ed internazionali e della legislazione ed alla loro attuazione nella prassi dell'esercizio dei poteri esecutivo e giudiziario. Si segnala la significativa partecipazione al Corso anche di studenti stranieri.

Nella prospettiva dell'internazionalizzazione dell'attività di ricerca, saranno promossi il perfezionamento delle conoscenze linguistiche dei dottorandi, la mobilità internazionale, la formazione anche da parte di studiosi afferenti a istituzioni europee ed extraeuropee e la diffusione internazionale dei risultati della ricerca.

 

 

Temi di ricerca

 

L'attività di ricerca sarà svolta su temi individuati dai docenti del corso, di concerto con i dottorandi, all'interno dei seguenti settori: diritto romano, storia del diritto medievale e moderno, filosofia del diritto, diritto costituzionale, diritto penale e processuale penale.

I dottorandi, accanto al percorso di formazione avanzata comune, svolgeranno, in uno o più settori, un'attività di ricerca sia di gruppo - partecipando a progetti comuni - che individuale, finalizzata alla pubblicazione di lavori scientifici durante il triennio ed alla stesura della dissertazione.

 

 

Referente per ulteriori informazioni

 

Prof. Cosimo Cascione - cascione@unina.it

Prof. Fabiana Tuccillo - fabiana.tuccillo@unina.it

 

 

 

 

PH.D. IN HUMAN RIGHTS. THEORY, HISTORY AND PRACTICE.

 

 

 

Academic Coordinator: Prof. Cosimo Cascione

 

Summary

The Ph.D. program in Human rights. Theory, History and Practice aims at young scholars – belonging to the following academic fields IUS/08 (Constitutional Law), IUS/09 (Institutions of Public Law), IUS/16 (Criminal Procedure of Law), IUS/17 (Criminal Law), IUS/18 (Roman Law and Law of antiquity), IUS/19 (History of Medieval and Modern Law), IUS 20 (Philosophy of Law) – who are interested in carrying out their research on issues concerning substantial and procedural regulation of private and public relationships, in a historical, theoretical and practical perspective, with regard to the domestic, European and international level, with specific attention to human rights.

The Ph.D. program is divided into 3 academic years. During the first year, each Ph.D. student is called to deepen his own field of research in order to better define his topic, which will be the subject of his doctoral thesis. During the second year, doctoral students are asked to collect and study the bibliographic material required to write the thesis. Finally, during the third and last year, Ph.D. students are required to write their dissertation. During the three years, doctoral students are also required to publish scientific articles and paper in journal and volumes.

In addition to the abovementioned activities, doctoral students are required to actively take part in the teaching program organized by the Scientific board. Furthermore, Ph.D. students take part in the scientific and didactic activities of their chairs by carrying out tutoring activities for students as well as sitting in the exam commissions.

In order to promote the internationalization of the course, Ph.D. students – with the authorization of their Supervisor and of the Coordinator and according with the University guidelines – are then encouraged to carry out research and training activities at foreign universities and research institutions.

 

 

Scientific board:

 

Prof. Cosimo Cascione - Coordinatore

Prof. Antonio Cavaliere

Prof. Donato Antonio Centola

Prof. Fabio Ciaramelli

Prof. Chiara Corbo

Prof. Maria D'Arienzo

Prof. Giovanna De Minico

Prof. Carlo Longobardo

Prof. Alberto Lucarelli

Prof. Carlo Nitsch

Prof. Francesca Reduzzi

Prof. Francesco Riccobono

Prof. Francesco Romeo

Prof. Cristina Vano

Prof. Clelia Iasevoli

Prof. Valentina Masarone

Prof. Valeria Marzocco

Prof. Annamaria Salomone

Prof. Fabiana Tuccillo

Dott. Renato Briganti

Dott. Giovanni Cocozza

Dott. Francesca De Rosa

Dott. Antonio Nappi

Dott. Francesco Rotondo

 

Scientific board

Non-academic staff employed by other bodies and teaching staff of foreign universities

Prof. Thomas Finkenauer (Juristische Fakultät - Eberhard Karls Universität Tübingen)

Prof. Sergio Moccia 

Prof. Helmut Satzger (Ludwig-Maximilians-Universität München)

Prof. Massimo Villone

 

 

Ph.D. Students:

 

XXXIII Cycle

Rosamaria Frunzi – Criminal Law

Carol Ruggiero – Criminal Law

Guido Saltelli – Constitutional Law

Francesco Tuccillo – Criminal Law

Michela Tuozzo – Constitutional Law

 

XXXIV Cycle

Marco Auciello – Roman Law and Law of antiquity

Carolina Gargiulo – History of Medieval and Modern Law

Maria Chiara Girardi – Constitutional Law

Carlo Landolfi – Criminal Law

Piero Marino – Philosophy of law

 

XXXV Cycle

Laura Grimaldi – Constitutional Law

Luca Napolitano – Criminal Law

Alessandro Orabona – Criminal Law

Francesco Giuseppe Sacco – Philosophy of law

Gaia Tessitore – Criminal Procedure of Law

 

XXXVI Ciclo

 

Emanuela Malafronte – Diritto romano e diritti dell'antichità

Piero Brunetti – Diritto penale

Ilaria Piccolo – Diritto processuale penale

 Domenico Bruno – Diritto costituzionale

Valentina Semplice – Diritto penale

Pegah Masoumi – Diritto penale / Storia del diritto medievale e moderno

 

 

Didactic activity

 

Teaching Activities: Over the three years, in addition to the participation in conferences and seminars organized by the Department of Law, Ph.D. students are expected to actively take part in the didactic activities coordinated by Scientific board. In this sense, at the beginning of each academic year, the Scientific board identifies one or more thematic areas, which will be analyzed by each subject within its own field of research. For this purpose, the Scientific board arranges an annual calendar, organizing seminars, lectures, exercise activities and pratical ones, in the different fields with interdisciplinary approach.

The didactic activities, which deal with both practical and theoretical issues, also involve, in addition to the members of the Scientific board, skilled scholars of each field of research, scholars from foreign cultural institutions too. As part of that scheduling, doctoral students present from year to year professors and their colleagues part of their thesis, or a paper of their current scientific research activity. This practice, while also being an important occasion for discussion and exchange of point of views, allows doctoral students to gain teaching skills.

 

 

Research Guidelines

 

The course is organized on an interdisciplinary basis, with the collaboration of different scientific fields: Roman Law and Law of antiquity, History of medieval and modern law, Philosophy of Law, Constitutional Law, Institutions of Public Law, Criminal Law, Criminal Law Procedure.

The course aims to train jurists of high scientific and professional qualification, through research paths based on the cultural, historical and philosophical roots mainly of the Western legal systems, the realization of rights in terms of constitutional and international principles and legislation and their implementation in practice exercise. It is worth mentioning the significant participation in the course of foreign students.

In the perspective of the internationalization of the research activity, the improvement of the linguistic knowledge of the PhD students, the international mobility, the training also by scholars belonging to European and extra-European cultural institutions, and the international dissemination of the research results will be promoted.

 

 

Referent

 

Prof. Cosimo Cascione - cascione@unina.it

Prof. Fabiana Tuccillo - fabiana.tuccillo@unina.it